casa nuova

ho cambiato casa, blogcasa intendo.la mia nuova casa, che sto arredando, si trova al link sottostante: http://medicineman.splinder.c om non c'è un motivo, mi pare di starci più comodo, nella casa nuova…

boomerang

Il dolore è come un boomerangQuando pensi di essertene sbarazzato, lanciandolo lontano,torna, a tradimento, a conficcarsi tra le costole.Le sue traiettorie ellittiche col tempo diventano più larghe,ma non ti abbandonano mai.

autostradale

un premio al setter del mio peggior vicino, sorpreso alla guida della skoda del padrone, non si è scagliato contro gli agenti della polstrada che volevano multarlo per uso improprio dei fari; ebbe a dichiarare: “can che abbaglia non morde”.

per trespolo

hai posto una interessante domanda, che ometto qui rimandando gli interessati alla lettura del tuo commento a "malattia sconosciuta".leggi di seguito, una cosa che avevo scritto tempo addietro, in cui c'è la mia risposta, ovviamente visionaria, al tuo quesito. Strange days vetrinaNei negozi specializzati, dal tetto pendono i fermentatori in cui, illuminati da luci fredde, galleggiano i feti, costruiti secondo le … Continua a leggere

malattia sconosciuta

il vecchio medico scosse il capo, tolse il fonendoscopio dalle orecchie e parlò alla donna: “signora, questi sintomi mi risultano incomprensibili, non caratterizzano nessuna delle malattie che ho studiato all’università”. Fece una lunga pausa, carezzandosi la barba, e guardando oltre le teste dei presenti. La donna restò con il fiato sospeso, guardò il figlio, un ragazzo appena adolescente, dagli occhi … Continua a leggere

BASSO VOLUME-TERZA E ULTIMA PARTE

Per un tratto la strada seguiva la costa, con il nastro grigio della spiaggia deserta, e le onde che si frangevano annoiate, un panorama di mare d’inverno in assoluto contrasto con il suo stato d’animo attuale. Arrivò all’incrocio dove la provinciale si immetteva nella statale, si fermò allo stop, lasciò transitare un furgone con un grande pennello dipinto sulla fiancata, … Continua a leggere

BASSO VOLUME-SECONDA PARTE.

Il nano da giardino lo guardava con il suo sorriso deforme, “ che cazzo ridi, che sei pure nano, e condannato a startene fuori con questo freddo che prima o poi ti spaccherà la vernice” pensò mentre si avviava verso la macchina. Chiuse il cancello, il catenaccio scattò, aprì lo sportello lato passeggero posando la valigetta, girò attorno alla macchina, … Continua a leggere

BASSO VOLUME-PRIMA PARTE

C'impiegò più di mezz'ora a trovare la strada dove c'era la villetta a un piano di Giulio.La sera avanti aveva detto all'amico che l'indomani mattina sarebbe partito in macchina per Genova. "Oh che bello!" -aveva esclamato Giulio- "Quindi passi per Pineta Marittima?""Beh dovrei fare una deviazione""Una cosa da niente. L'anno scorso ho comprato una casetta a Pineta Marittima, lo sai, … Continua a leggere